Psicoterapia

Home » Fascicolo 2 2012

Category Archives: Fascicolo 2 2012

Annotazioni alla nuova traduzione degli appunti freudiani sul caso dell’uomo dei topi – Stefanie Carrozzi

La nostra traduzione degli appunti di Freud (1907-1908) sull’Uomo dei Topi si è basata sul testo originale contenuto nel Nachtragsband delle Gesammelte Werke. Per la prima volta si è deciso di procedere alla traduzione delle prime 6 sedute e parte della settima, fino ad ora mai trasposte per la asserita (erroneamente) sostanziale similarità con il Caso clinico pubblicato nel 1909. Tale decisione, presa da Strachey nella sua traduzione dell’opera freudiana per la Standard Edition (1955), è stata reiterata in tutte le versioni italiane precendenti, limitando in tal modo il valore dell’opera completa. Gli appunti mancanti infatti non erano sovrapponibili – come asserito da Strachey – al caso pubblicato, ma comprendono diverse pagine di interessanti notazioni cliniche che nel caso pubblicato in effetti mancano.

(altro…)

Una liberalizzazione necessaria: la Psicoterapia – Giordano Fossi

Abstract: Il settore delle Psicoterapie è oggetto di valutazioni contrastanti a causa di alcuni errori di partenza. Fra questi la natura pseudoscientifica per la Psicoanalisi e per le altre  scuole l’adozione di un modello medico con la eliminazione delle cause di malattia utilizzando ciascuna  un fattore specifico. La fragile identità scientifica  delle scuole  ha portato alla nascita di un ecumenismo psicoterapeutico contrario ad ogni innovazione. La pratica clinica sta gradatamente cambiando adottando un modello psicologico(molteplicità dei fattori e campo di azione diverso dalla patologia) e cosi pure sta cambiando  la teoria nei paesi in cui è c’è una libera concorrenza a livello scientifico. Viene proposto anche un cambiamento della Psicoanalisi recuperando le sue origini evoluzionisteIl contributo sarà diviso in quattro parti: le premesse, le valutazioni della Psicoterapia, un approccio storico,  una nuova Psicoterapia ( una proposta che comporta il recupero da parte della Psicoanalisi delle sue origini evoluzioniste). (altro…)

Valutare il temperamento – Alessandro Del Debbio, Andrea Di Fiorino, Guido Jacopo Massei

Riassunto: Il temperamento appare una disposizione derivante da un substrato genetico-costituzionale che sottende il livello  di  energia e la qualità dell’umore, determinando una  particolare  reattività  nel  rispondere  ad  uno  stimolo esterno. Da una  parte i temperamenti affettivi si pongono in continuità e sono predisponenti ai disturbi dell’umore, dall’altra sono fondamentali nello sviluppo della personalità.  L’inquadramento della condizione temperamentale rappresenta un importante completamento diagnostico. Scopo dello studio è un aggiornamento sul concetto e la valutazione psicometrica dei temperamenti affettivi. (altro…)